(IN)FEDELI ALLA LINEA. OVVERO: TI LEGGO E MI SCOMPISCIO, FERRETTI

Articolo di Marco "Kito" Toccacieli.
-
Apro il Resto Del Carlino e - più o meno allibito - attacco a leggere l'intervista che la voce dei (prestate attenzione al nome/nomi della band) C.C.C.P, poi rifondati come C.S.I, ha rilasciato al quotidiano. Il ragazzo (57 anni, a questo punto spesi a vuoto) è confuso. Molto confuso. Anzi no, dice di aver finalmente capito.
Non ho mai digerito, da musicista della domenica, i C.C.C.P perchè se uno suona deve saper usare lo strumento o chiudersi in cantina sperando di non rompere i maroni ai vicini. E la band emiliana non poteva certo vantare sonorità di chissà quale ricercatezza. Tutto sommato, però, qualcosa di positivo avevano: pur non condividendo i temi dei brani perchè spesso troppo estremi (sono da sempre convinto che estremismo sia sinonimo di ignoranza, populismo, mancanza di ascolto delle ragioni altrui) ne apprezzavo la coerenza.
Grosso, grossissimo errore da parte mia.
Ferretti apre l'intervista con qualcosa che suona più o meno così: "Non ho grossa intelligenza politica". Non ne ho dubbio, compagno Lindo. Anzi, se uno non ha grossa intelligenza politica dovrebbe evitare di fondare una band che porta il nome di C.C.C.P. Ti dirò di più: se rilasci un'intervista ad un QUOTIDIANO NAZIONALE dovresti quantomeno non essere ignorante in merito agli argomenti trattati. O dimostri di non avere ALCUNA FORMA DI INTELLIGENZA (e non solo politica).
Ferretti è passato da Lotta Continua al PCI. Oggi ha affermato di aver votato Lega. Oh, intendiamoci, ognuno vota come meglio crede. Il fatto è che le motivazioni che hanno spinto il cantante a tale cambiamento di rotta hanno dell'incredibile, soprattutto tenendo conto di ciò che ha gridato sui palchi italiani da trent'anni a questa parte.
Ricapitoliamo:
- prima è comunista. "Ho avuto un educazione di Sinistra," dice in soldoni "ma poi ho appreso che molte cose mi sono state tenute nascoste". Certo, è vero, agli ignoranti e agli estremisti molte cose paiono nascoste. Non stiamo parlando degli anni '50, ragazzi. Il libro Gulag. Storia dei campi di concentramento sovietici è in libreria da dieci anni, non da ieri. E sono certo che anche negli anni '80 non mancavano libri sulle bestialità di Stalin & Co. Perchè il sig. Ferretti non si è informato? Forse, specie durante la registrazione di album come Fedeli alla linea, non essere informati sui fatti poteva risultare conveniente.
- poi diventa cattolico. Anzi, cattocomunista.
- in seguito "capisce" che non si può essere comunisti e cattolici al contempo. Io aggiungo che non si può essere neppure xenofobi e cattolici allo stesso momento. Approposito, di che parte era quel ministro che voleva sparare ai gommoni dei clandestini? E... non si chiamava Calderoli quello che voleva portare a passeggio i porci dove avrebbero dovuto sorgere moschee?
Poi, non ho inteso appieno se Ferretti ha capito che siamo nel 2010. No, perchè se a sinistra ci sono ancora i comunisti/stalinisti, allora a destra ci sono i fascisti... e la loro proverbiale carità cristiana.
- per finire vota Lega Nord. In realtà, dice, in un primo momento l'intenzione di fare una bella crocetta sul simbolino del PDL era forte... ma poi ha pensato che il grande capo Silvio (in uno slancio buonista-mediatico-populista) ha detto ai tipi di Israele di liberare i territori. "E che cacchio!" ha pensato il nostro "Isreaele è l'unica democrazia, da quelle parti... mica si può suggerire cosa tale Stato debba o non debba fare!". E così la sua preferenza è andata al carroccio. PunkIslam eh, Ferretti.
Ora, carissimo Lindo, vedi di fare in modo che altre cose "non ti vengano nascoste": prova a sfogliare libri come Il Patto, Vaticano S.p.A, Breve Storia Del Fascismo o qualsiasi altro libro di attualità politica edito da ChiareLettere. E spera che Jurij (sì, proprio lui, quello della tua Spara Jurij) abbia capito per tempo - ovvero decismente prima di te - che gli estremismi sono ridicoli, derivanti da ottusità e ignoranza e, di conseguenza, abbia sotterrato la carabina.

Commenti

  1. Be', non c'è che dire... incoerente.

    RispondiElimina
  2. ???
    Kito... non ti capisco più! Esci e prendi per il c*** quelli di sinistra. Qua ce l'hai con Ferretti perchè ha votato destra...
    Come funziona?

    RispondiElimina
  3. Ah, dimenticavo: ottimo articolo!

    RispondiElimina
  4. Vedi, io credo che uno debba votare le idee e le persone. I partiti sono morti. Quello che mi ha nauseato nell'intervista di Ferretti è che ha "capito" (dopo oltre trent'anni) che la sinistra non è tutta rosa e fiori... allora vota destra, non capendo (per l'ennesima volta) che nemmeno quella ha chissà quale moralità.
    Sai cosa? Tutti sparano un sacco di cacchiate per convenienza. Ma le occasioni di verità, seppur raramente, a volte vengono fuori: quando Berlusconi accusa la sinistra di essere vent'anni in dietro ha ragione. Quando la sinistra accusa Berlusconi per tutte le porcate che ha regalato al paese, ha ragione.
    Io, in tutta onestà, non mi sentirei di elogiare né l'una né l'altra parte.

    RispondiElimina

Posta un commento